Coccinella ONLUS

 

Chi siamo

Cosa facciamo

Campagne

Eventi

Sostienici

Lavora con noi

Contattaci

 

Cosa facciamo

 

L’oggetto dell’attività dell’associazione riguarda:

 

a) Tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente, salvaguardia del territorio

 

attraverso:

- servizi di progettazione, realizzazione, conservazione, manutenzione, valorizzazione, difesa e gestione ambientale;

- implementazione delle attività connesse allo studio e alla tutela degli ambiti idrogeomorfologici;

- recupero di ambiti naturalisticamente e paesaggisticamente compromessi;

- attività e gestione delle risorse silvo-forestali, agricole, idriche e floro-faunistiche;

- analisi paesaggistiche e territoriali, pianificazione ecologica del territorio, valutazione di impatto ambientale, inserimento paesaggistico-ambientale di infrastrutture, progettazione e realizzazione degli spazi verdi urbani e suburbani pubblici e privati, arredo urbano, restauro conservativo di parchi e giardini storici, manutenzione del verde sportivo e inverdimento di parcheggi;

- consulenze agronomiche, forestali, ambientali, paesaggistiche e geo-pedologiche; studi e attività connesse alla coltivazione, raccolta e commercializzazione dei prodotti del bosco e del sottobosco;

- promozione del recupero e della reintroduzione di varietà ortofrutticole autoctone e vecchie varietà, frutta antica, per salvaguardare le bio-diversità e le varietà di sementi in via di estinzione anche tramite la costituzione di banche semi e collezioni varietali ortofrutticole;

- promozione, incentivazione e diffusione delle attività di turismo ecologico o altre attività umane connesse alla tutela dell’ambiente e della natura anche in ambito rurale;

- educazione ambientale, promozione e organizzazione di corsi, convegni, seminari, dibattiti per introdurre o approfondire tematiche scientifico-ambientali (apicoltura, erboristeria, cucina naturale, orticoltura biologica, botanica, zoologia ecc.), organizzazione e gestione di corsi di preparazione e di aggiornamento per insegnanti, animatori e operatori socio-culturali; produzione di materiale informativo e di documentazione per le attività didattiche;

- promozione e svolgimento di attività di studio, ricerca, sperimentazione, divulgazione nei settori dell’ambiente, della forestazione, dell’agricoltura, del turismo e delle risorse energetiche;

- costituzione e gestione di un centro di documentazione, ricerca ed informazione aperto a enti pubblici o privati e a privati cittadini;

- redazione, traduzione, diffusione di dispense, riviste, libri e altro materiale informativo e di documentazione di interesse scientifico-ambientale e storico-architettonico;

- gestione di centri ricreativi e di iniziative ricreative finalizzati all’animazione del tempo libero di anziani/e, bambini/e, e giovani.

 

b) Attività di protezione civile

 

attraverso:

- attività di previsione diretta allo studio ed alla determinazione delle cause dei fenomeni calamitosi, alla identificazione dei rischi ed alla individuazione delle zone del territorio soggette ai rischi stessi;

- attività di prevenzione volta ad evitare o ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni conseguenti ad eventi calamitosi, anche sulla base delle conoscenze acquisite per effetto delle attività di previsione;

- interventi di soccorso, diretti a favorire l'assistenza alle popolazioni colpite da eventi calamitosi;

- superamento dell'emergenza riguardante l’attività volta a rimuovere gli ostacoli alla ripresa delle normali condizioni di vita;

- predisporre studi, progetti, rilevamento, mappatura e monitoraggio finalizzati alla conoscenza del rischio incendio, sismico, idrogeologico, erosione costiera, industriale e ambientale;

- incentivare l'informazione sulle norme di sicurezza da adottare per prevenire i rischi e alla diffusione di una coscienza della Protezione Civile che formi ed educhi i giovani a comportamenti improntati sul principio di solidarietà, collaborazione ed autocontrollo;

- monitoraggio delle zone a rischio di incendio promuovendo attività di controllo continuo, avvistamento incendi boschivi ed interventi tempestivi contro le fiamme;

- rilevamento, monitoraggio e risanamento delle zone a rischio idrogeologico (o soggette ad altri rischi) individuando gli obiettivi che richiedono interventi immediati e suggerendo la tipologia di interventi da eseguire;

- redazione di mappe di rischio, piani di protezione civile, programmi di evacuazione e pianificazione.